Casaforte Traslochi

Ecco come rendere il tuo trasloco ecologico fin dalle prime fasi

E’ una febbre che ha contagiato tantissimi settori. L’onda “ecologica” negli ultimi anni è diventata una vera e propria tendenza che ha travolto la moda, la mobilità, il cibo e persino l’organizzazione del trasloco.
Sono sempre di più infatti i privati e le aziende che decidono di adottare piccoli accorgimenti per rispettare criteri ecologici.
Vediamo i più utilizzati:


PLASTICA VS CARTONE
Chi l’ha detto che le scatole di cartone sono più convenienti di quelle in plastica? E’ vero, abbondano nei magazzini e all’ingresso di qualsiasi supermercato, ma hanno il difetto di non essere sempre resistenti e di generare immondizia una volta completato il lavoro.

Al contrario, le scatole in plastica sono riutilizzabili, possono essere lavate e conservate per il prossimo trasloco ecologico e non si schiacciano.


FOGLI DI GIORNALE VS CARTA RICICLATA
Ci rendiamo conto della quantità di carta che buttiamo via per impacchettare ogni oggetto da traslocare? Avvolgere gli oggetti più delicati in fogli di giornale per proteggerli da eventuali urti e danni collaterali è il metodo più comune. Preoccupiamoci però di utilizzare carta riciclata. Contribuiremo alla salvaguardia dell’ambiente ed eviteremo di lasciare macchie sui nostri oggetti più cari.


BANDO ALLO SPRECO DI CARBURANTE
I più temerari sceglieranno di occuparsi del trasloco ecologico anche nella fase di trasporto degli scatoloni. Se non possiedi furgoni e vuoi evitare di interpellare ditte esterne, puoi affidarti a Casaforte. Oltre ad offrire ampi spazi di ogni dimensione dove riporre gli scatoloni, Casaforte mette a disposizione anche furgoni con conducente che ti permetteranno di trasportare tutto in completa comodità, evitando inutili sprechi di carburante e danni per l’ambiente.

RICHIEDI

Richiedi senza impegno maggiori informazioni

Ti ricontatteremo subito per darti informazioni, consigli e un preventivo su misura


 

Oppure contattaci al numero verde 800 363 000